Loading

Ogni giorno, la realtà lavorativa in cui viviamo sembra porre il mondo dell’impresa e dei professionisti l’uno contro l’altro. Una realtà fittizia, che considera l’impresa quale strumento di sfruttamento e vendita delle professionalità ed i professionisti come portatori di una scienza compiuta e completa, da mettere a rendita al prezzo più alto.
La verità è fortunatamente ben diversa rispetto a quanto appena descritto. Le imprese ed i professionisti sono due realtà vive e in continua evoluzione, avide di conoscenza e di networking. Due mondi diversi, che però hanno intuito che, per loro, la libera diffusione delle competenze e delle conoscenze è la sola possibilità di essere competitivi sul mercato.
Nel corso della lunga crisi economica che ha caratterizzato gli ultimi anni, le imprese italiane non sempre sono riuscite ad affrontare positivamente il nuovo contesto competitivo imposto dalla globalizzazione. Fra i fattori che rischiano di rallentare la ripresa e l’avvio di una crescita economica stabile e sostenuta, uno decisivo è rappresentato dalla carenza di capitale umano.
Sono pochissime le imprese che investono in formazione in Italia. Il rischio per i professionisti è vedere degradato e impoverito il proprio bagaglio di competenze, con il trascorrere degli anni, in quanto le aziende non investono in formazione, avendo un atteggiamento predatorio in termini di competenze.
BE-ON investe da sempre nella formazione delle risorse umane e nella ricerca di nuove professionalità, con la consapevolezza che lo sviluppo di un’impresa è direttamente proporzionale al patrimonio di conoscenze, competenze e abilità, di cui le persone che vi lavorano sono dotate. La diatriba impresa professionista non ci appartiene in quanto, da sempre, valutiamo le competenze in termini di capacità e non di produttività. Lo sviluppo continuo delle competenze è l’unica via perseguibile, per offrire ai nostri clienti servizi tecnologicamente avanzati e concettualmente al passo dei tempi.